sabato 15 aprile 2017

Ritratto di dama di Giorgia Penzo

«In realtà il colpo di fulmine è un ricordo. Un ricordo non della mente, ma del cuore, che ci sussurra: hai amato quella persona in un altro tempo, in un’altra vita»

Titolo:Ritratto di dama
Autore: Giorgia Penzo
Editore: Carta Canta
Pagine 152
Genere: paranormal romance
Pubblicazione: 6 Marzo 2017

Parigi, notte di San Lorenzo.
Seduta su una panchina di fronte alla cattedrale di Notre Dame, una misteriosa ragazza ha tutta l’aria di aspettare qualcuno.
Uno studente di storia dell’arte – Guillaume – la nota da lontano, apparentemente per caso. Appena incrocia il suo sguardo ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci, quadro a cui è molto legato.
Sono estranei eppure non si comportano come tali. La complicità che li coglie sin dal primo istante li sconvolge, come se avessero vissuto mille vite insieme da qualche parte nel tempo ma nessuno dei due ne conservasse la memoria. Comincia così – quasi per gioco – la loro passeggiata attraverso la Ville Lumiere, mentre le stelle cadenti rigano il cielo.
Dal cimitero di Père-Lachaise fino al cortile del Louvre – passando per gli Champs Elysées, dai giardini delle Tuileries e da un bistrot dove tutto pare essersi fermato alla Belle Époque – i due discutono di ciò di cui è fatta la vita: libri, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d’amore.
Quello di cui la ragazza non parla è il segreto che custodisce da sempre, in bilico tra il reale e l’impossibile. Chi è lei veramente? Troverà il coraggio di aprire il suo cuore a Guillaume e sfidare il destino?
L’alba incombe, la scelta è vicina. Poi niente sarà più come prima.

Ritratto di dama è una dedica ai romantici, all'arte e a Parigi, una lettura in cui perdersi nelle luci soffuse della sera. Un colpo di fulmine lungo una vita intera che si concretizza per il protagonista in una sera d'estate, basta una sera per capire che è come se si conoscessero da una vita intera. L'artista e la sua musa, vite separate unite da una misteriosa forza che li porterà a confrontarsi con l'entità del tempo e le scelte importanti per la propria vita.
Giorgia Penzo è un'autrice italiana che ho scoperto qualche anno fa navigando fra letture vampiresche (recensione Red Carpet), Ritratto di dama è molto diverso dalla precedente lettura, più delicato ricorda più un racconto breve ma lungo, adatto agli inguaribili romantici che credono l'impossibile realizzabile anche nell'arco di poche ore, le descrizioni vi faranno perdere tra le vie di Parigi e la dama guardare con occhi diversi agli artisti persi nella contemplazione di un'opera.


Nessun commento:

Posta un commento

 

Template by BloggerCandy.com